Questa volta a rispondere alle nostre domande è un nuovo associato, Fabio Bedulli, che con la sua Bioenergetica sullo Stretto si occupa appunto di Bioenergetica, Counseling Somatorelazionale, Abyangam e massaggio ayurvedico.

 

 

Leggiamo insieme la sua bella intervista:

Ciao Fabio...spiegaci un dettaglio della tua carriera....com'è che dall'ingegneria elettronica hai cambiato completamente ambito?

Complicato. L'approccio alla vita è sempre stato olistico; sono ingegnere elettronico con indirizzo automatica: conoscenza del particolare ma, soprattutto, capacità di avere la visione d'insieme di un sistema per poterne fare un modello matematico. Le letture extra studio erano spesso Fromm, Freud, Jung, poi Lowen dopo l'incontro casuale con la Bioenergetica ma anche tanti altri. A distanza di anni, dopo la laurea, il lavoro cominciava ad andare un po' stretto e così ho iniziato a gardarmi intorno e ho fatto prima un corso di Feng Shui, poi Reiki (II livello Usui e Karuna). A questo punto ho iniziato a sentire il bisogno di corpo e ho fatto un corso di Abyangam (massaggio ayurvedico) poi è rientrata prepotentemente la Bioenergetica nella mia vita, casualmente, con un libro acquistato solo per il titolo senza guardare chi fosse l'autore... Da qui alla ricerca di una scuola il passo è breve, così dopo anni come partecipante a classi di esercizi sono diventato io stesso conduttore di classi e counselor a indirizzo somatorelazionale. Ma siccome sono certo che chi lavora con le persone abbia l'obbligo morale di proseguire nella propria ricerca e crescita personale, sono attualmente iscritto al corso di Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università di Messina.

 

Cosa ti ha spinto ad avvicinarti a queste discipline?

Credo una predisposizione naturale all'approccio olistico alla vita, come dicevo prima, e all'empatia. In ogni caso tutto è nato come un'esigenza di crescita personale.

 

In che cosa la bioenergetica si differenzia da altri approcci?

La Bioenergetica è l'approccio più profondo che abbia mai sperimentato, si lavora direttamente sulle tensioni muscolari in cui sono congelate le tensioni che ci siamo negati. Ci riporta nel qui e ora, ponendo l'attenzione a quel corpo che, nella società contemporanea, non è altro che una macchina da aggiustare e che, spesso, viviamo come un nemico: ci riporta nella realtà. Non ultimo la Bioenergetica è un approccio contemporaneo, nato per lavorare sui problemi di noi occidentali.

 

Riesci a trovare riscontro nella nostra città?Ci sono persone interessate alla tua attività?

Interesse ne ho trovato parecchio, il problema è che le persone faticano a mettersi in gioco, a volersi davvero impegnare in un percorso di ricerca. A volte è più facile illudersi di fare qualcosa rimanendo però solo in supericie. La Bioenergetica non permette scappatoie...

 

I nuovi movimenti spirituali non sono un segnale del bisogno di cambiare?

Assolutamente sì ma non dimentichiamo che viviamo in una società fortemente narcisista, in cui l'apparenza e la forma ormai rappresentano la realtà. Non credo, purtroppo, che il bisogno di cambiamento che indubbiamente c'è, si traduca in una vera ricerca che, purtroppo o per fortuna, è un percorso lungo e faticoso: non ci sono le pillole magiche che tutti cercano... 

 

 

Perchè ti sei avvicinato a Roosadeum?

Perché credo che fare rete sia fondamentale, soprattutto in una città come Messina composta da monadi che non si vogliono parlare.

 

Calendario Eventi

Settembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

ASSOCIATI

CLINICA-DANDREA
Dao
Inlaceck
SUNSET
VERDUCCI
ago1
albatros
aura
biolis
chirio
cuciuffo
dia 1
dia 2
dia1
em
esercizibio
eserciziobio2
fiorigialli
giardinomedea
hopideo
karuna
latella
lowen
orlando giuseppe
ricciari
salva-donatella
scalici
taocenter

Cerca